Ricette

 

La Valtellina, terra ricca di sapori e di eccellenze enogastronomiche. Cultura e tradizione si scoprono e gustano anche a tavola grazie ad una ricchissima varietà di prodotti. Numerosi quelli che si fregiano dei marchi europei di qualità e di origine: la Bresaola della Valtellina IGP, il Bitto DOP, il Valtellina Casera DOP, le Mele di Valtellina IGP, i preziosi Vini DOC e DOCG e ora anche i Pizzoccheri IGP. Lasciatevi conquistare dal gusto.

Sciatt

 

Il termine sciatt viene utilizzato nel dialetto valtellinese per indicare i rospi. Tuttavia questo piatto valtellinese ha ben poco a che fare con questo animale, si tratta infatti di croccanti e saporite frittelle di grano saraceno aventi forma irregolare (da qui forse il paragone con il rospo) con al loro interno un cuore caldo e filante di formaggio.

Ingredienti (dosi per 4 persone)
  • 300 gr. di farina di grano saraceno
  • 200 gr. di farina bianca
  • 300 gr. di formaggio Valtellina Casera DOP
  • 1 bicchierino di grappa
  • acqua gassata
  • olio per friggere
  • un pizzico di lievito
  • Ingredienti per il condimento
  • della cicoria per accompagnare gli sciatt
Preparazione:

Mescolare in una ciotola le due farine, unire l’acquavite, stemperare il tutto con una frusta e infine versare a filo l’acqua gassata. L'impasto ottenuto deve essere omogeneo, morbido ma non troppo liquido. Unire il bicarbonato, quindi coprire la pastella con della pellicola e lasciarla riposare per 30 minuti in frigorifero. Tagliare il formaggio Valtellina Casera DOP a cubetti delle dimensioni di circa 2 cm.
Trascorso il tempo di riposo, riscaldare l’olio in una pentola capiente e tuffare un cubetto di formaggio alla volta nella pastella quindi raccoglierlo con un cucchiaio, ben coperto dalla pastella.
Lasciare cadere il tutto immediatamente nell’olio bollente. Una volta dorati, scolare gli sciatt dall’olio e lasciarli asciugare su carta assorbente. Servire gli sciatt molto caldi accompagnati dal tipico cicorino condito.