Castelli

 

Fate un giro nella memoria storica della Valtellina. Troverete fortificazioni su speroni di roccia, come il Castel Masegra di Sondrio di epoca medievale o, poco lontano, il Castello Paribelli di Albosaggia.  Se i resti del Castel De Piro al Grumello di Montagna in Valtellina affacciano sui vigneti terrazzati dove si produce l'omonimo vino rosso Valtellina Superiore DOCG, la Torre “De li Beli Miri” domina la Valtellina dal dosso di Teglio. A Bormio, nella centrale piazza Cavour, incrocerete la Torre delle Ore di origine medievale e, poco distante,  il Castello De Simoni, sede del Comune, mentre in Valchiavenna, tra Gordona e Samolaco, sorge la torre di Segname, ancora intatta. Dalla Valdidentro a Teglio, dalla Valmalenco a Chiuro fino a Mello: sono tantissime le testimonianze del passato comprese le città di Chiavenna e Tirano con i resti delle mura che fece erigere Ludovico il Moro. Fate, infine, un giro tra le opere difensive della prima guerra mondiale, come il Forte Venini di Oga  in Valdisotto  o il Forte Montecchio Nord e quello di Fuentes, a Colico, o alla Galleria di Mina di San Fedele a Verceia.

Vai a Cultura

Valdidentro

Valdidentro
 

Valdidentro (1350 m s.l.m.)  - a nord ovest di Bormio fu storico crocevia da e per la vicina Svizzera e gli altri passi d'oltralpe, da qui partiva nel Medioevo la Via Imperiale d'Alemagna. Dove la natura sorprende, lo sci è d'obbligo e il relax è di altissimo livello. In Valdidentro ovviamente con i suggestivi 3439 metri della Cima Piazzi, con  le piste e gli impianti di risalita per lo sci alpino e lo sci di fondo, con lo Ski Stadium "Azzurri d'Italia", centro dedicato alle discipline nordiche d'inverno alla mountain bike e allo skiroll d'estate e con l'imperdibile opportunità di immergersi nelle calde acque termali dei Bagni Vecchi e dei Bagni Nuovi. Impianti storici che oggi coniugano l'originaria leggerezza del gusto liberty alla più moderna professionalità sia nei trattamenti sia nell'accoglienza. Arte e cultura hanno tratti unici in Valdidentro. Sono da vedere la preziosissima quattrocentesca chiesa di San Gallo a Premàdio, la chiesa dei Santi Martino e Urbano a Pedenosso, già documentata nel 1316 e rifatta nel 1685 e,  all'imbocco della Valle di Fraéle, dove si trovano la diga di Cancano e l’invaso di San  Giacomo, le due Torri di Fraele, un tempo punti di avvistamento e segnalazione a difesa del Bormiese.  

Info: www.bormio.eu   

Uffici Informazioni

  1. Ufficio Turistico Valdidentro

    Valdidentro
    Tel: +39 0342 98533
    info.valdidentro@bormio.eu

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Valdidentro