Eccellenze enogastronomiche

Iniziativa realizzata nell'ambito del bando Wonderfood And Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Vivere la Valtellina significa assaporare i suoi prodotti tipici, primi fra tutti i vini DOCG ottenuti da uve nebbiolo (lo Sforzato, il Valtellina Superiore, il Sassella, il Grumello, l’Inferno,  il Valgella e  il Maroggia). Accompagnate il vino della Valtellina con altre specialità: il Bitto DOP e il Valtellina Casera DOP, la Bresaola della Valtellina e le Mele IGP, i pizzoccheri di grano saraceno e il miele.

Bresaola della Valtellina IGP

Leggera, appetitosa e genuina: la Bresaola conquista tutti i gusti. E' uno dei prodotti simbolo della Valtellina e si ottiene attraverso il metodo di conservazione della carne mediante salatura ed essiccamento. Il clima irripetibile della valle con l’aria fresca e tersa che discende dalle Alpi è il principale segreto che rende la Bresaola della Valtellina un prodotto unico e inimitabile garantito dal marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). E’ un alimento povero di grassi e ricco di proteine da gustare al naturale, adatto anche in cucina alla creazione di fantasiose ricette e piatti raffinati. 

Info: www.bresaolavaltellina.it

Mela di Valtellina IGP

Gustate il sapore unico delle mele della Valtellina protette dal marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). Le mele crescono e maturano naturalmente riscaldate dal sole e accarezzate dal vento negli avvallmaenti di mezza costa, fra i 200 e i 900 metri di altitudine. La Stark Delicious, di colore rosso brillante, molto croccante e aromatica; la Golden Delicious con un gusto dolce e aromatico; la mela estiva Gala, dolce e molto succosa, matura a Ferragosto.

Info: www.melavi.it

Formaggi DOP

Lasciatevi catturare dal gusto imperdibile dei formaggi della Valtellina: dagli alpeggi, dove gli animali pascolano liberi, nascono prodotti unici come il Bitto e il Valtellina Casera a marchio DOP. Scoprite l'aroma delle erbe di alta montagna con il Bitto DOP, dal gusto dolce nell'anno della produzione, più intenso con il prolungarsi della stagionatura. Nel fondovalle gustate il Valtellina Casera DOP, un formaggio semigrasso che prende il nome dagli ambienti - le casere -  dove è prodotto e stagionato; è perfetto come condimento dei pizzoccheri, il piatto principe della gastronomia tradizionale, o per la produzione degli sciatt, le tonde frittelle di grano saraceno, e della polenta taragna. Infine, fate il tris di gusto con lo Scimudin, "Bandiera del gusto" 2014 per la Coldiretti: dal sapore delicato e fresco di latte, è il più classico dei formaggi "fatti in casa". Provate altri prodotti storici come il Latteria e la Ricotta.

Info: www.ctcb.it

Vini DOC e DOCG

Scoprite la storia e il gusto dei vini della Valtellina che, fin dai tempi dei Romani, è terra di viti e vino. Provate ad attraversare la vallata: sarete sorpresi dallo straordinario sistema terrazzato con una miriade di muretti a secco in sasso che rendono possibile la coltivazione della vite nelle zone ripide e più soleggiate delle Alpi Retiche. Fermatevi dai produttori e chiedete di assaggiare il frutto del loro lavoro: i vini della Valtellina - protetti dal marchio DOC (Denominazione di origine controllata) e DOCG (Denominazioni di Origine Controllate e Garantite) – nascono da uve nebbiolo e hanno una grande personalità. Fra i DOCG non perdetevi lo Sforzato, un passito rosso secco o il Valtellina Superiore, prodotto con le uve dell’area compresa tra Berbenno di Valtellina e Tirano, suddiviso nelle cinque sotto denominazioni Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno e Valgella. Lasciatevi condurre nel mondo della viticoltura dal grande regista Ermanno Olmi che proprio al vino della Valtellina ha dedicato il docu-film “Rupi del Vino”.

Info: www.consorziovinivaltellina.com

Pizzoccheri della Valtellina IGP

Se amate la Valtellina, non potete non apprezzare la bontà dei pizzoccheri, prodotto simbolo della cucina locale che ha ottenuto il riconoscimento "Bandiera del gusto" dalla Coldiretti. La ricetta dei pizzoccheri è tramandata di generazione in generazione. Gustateli a Teglio, l’antico borgo dove sono nati, o fate una tappa nei ristoranti, nelle osterie e nelle trattorie di tutta la Valtellina dove sono ancora preparati a mano, così come vuole la tradizione. Gli ingredienti? Farina nera di grano saraceno e bianca. La pasta ricavata, di colore scuro, viene lavorata fino ad ottenere delle tagliatelle che poi sono cotte con verze e patate e, infine, condite generosamente con burro d’alpe e formaggio locale. Secondo la ricetta originale sono servite con una spruzzata di pepe.

Info: 
www.pizzoccheridellavaltellina.eu/

Miele

Una vacanza in Valtellina è dolce... come il miele! In Valtellina l'apicoltura vanta tradizioni secolari: la corposità dei mieli di valle si unisce al più rarefatto sapore di quelli di montagna con una vena di mieli di tiglio che regala una particolare nota balsamica. Dal millefiori al rododendro dal castagno all'acacia: se fate un giro nelle diverse zone della Valtellina, potrete notare le piccole differenze di bouquet e aromi, tutti da provare! 

Info: www.apicoltori.so.it