Formaggi

 

Lasciatevi catturare dal gusto imperdibile dei formaggi della Valtellina: dagli alpeggi, dove gli animali pascolano liberi, nascono prodotti unici come il Bitto e il Valtellina Casera a marchio DOP. Scoprite l'aroma delle erbe di alta montagna con il Bitto DOP, dal gusto dolce nell'anno della produzione, più intenso con il prolungarsi della stagionatura. Nel fondovalle gustate il Valtellina Casera DOP, un formaggio semigrasso che prende il nome dagli ambienti - le casere -  dove è prodotto e stagionato; è perfetto come condimento dei pizzoccheri, il piatto principe della gastronomia tradizionale, o per la produzione degli sciatt, le tonde frittelle di grano saraceno, e della polenta taragna. Infine, fate il tris di gusto con lo Scimudin, "Bandiera del gusto" 2014 per la Coldiretti: dal sapore delicato e fresco di latte, è il più classico dei formaggi "fatti in casa". Provate altri prodotti storici come il Latteria e la Ricotta.

Info: www.ctcb.it

Vai a Sapori e Artigianato

Morbegno e dintorni

foto di formato 750 x 370
 

Morbegno (262 m s.l.m.)- si trova allo sbocco della Valgerola. La sua posizione favorì, sin dalla prima metà del XIV secolo, scambi e contatti con le comunità del comasco, della pianura padana e della Bergamasca attraverso il Passo S. Marco. La soliva sponda Retica è percorsa da strade e sentieri, che corrono fra vigneti e castagneti e collegano paesi e chiesette. Interessanti gli itinerari bike con suggestive tappe che partono direttamente dal centro città oppure dal Sentiero Valtellina, dove è sempre attivo il servizio Valtellina Rent a Bike. Ricca di storia e arte, Morbegno è attraversata dal torrente Bitto che scende dalla Valgerola, dove si produce il famosissimo formaggio Bitto, presidio Slow Food e protagonista dell’annuale Mostra del Bitto, che si può degustare e acquistare nei negozi storici di prodotti tipici. Rinomata anche la manifestazione Morbegno in Cantina durante la quale è possibile degustare i prestigiosi vini della Valtellina. Da vedere la collegiata di S. Giovanni Battista (XVIsec.) con tele dei Ligari, del Petrini e di altri insigni artisti, la chiesa sconsacrata di S. Antonio, ora auditorium, il Santuario dell’Assunta,consacrato nel 1506, la chiesa di S. Rocco (1530), palazzo Malacrida, il ponte di Ganda. Morbegno diede i natali al pittore Pietro Romegialli (1738-1799) e all’economista e politico Ezio Vanoni (1903-1956).

Info: www.portedivaltellina.it

 

Dove soggiornare

Alberghi

  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Morbegno e dintorni