Itinerari della Prima Guerra Mondiale

 

Alte catene montuose, zona di confine tra nord e sud delle Alpi, fortificazioni, valichi: scoprire la Valtellina significa ripercorrere percorsi di grande importanza storica. Scegliete le escursioni lungo gli itinerari della Grande Guerra; partite dalla Passo dello Stelvio per raggiungere la cima del monte Scorluzzo, il punto più avanzato del fronte sotto il controllo austriaco. In una zona intermedia, Le Rese Alte, troverete piazzole militari e baracche e, più su, le trincee. Punto strategico nella zona dello Stelvio è il Passo dell’Ablès, usato dai militari italiani per contrastare e controllare la presenza degli austriaci sul Monte Cristallo, mentre lungo l’itinerario che va dalla IV Cantoniera dello Stelvio a Cancano, sperimenterete un felice connubio tra storia, natura e trekking. Dal Gavia al Pizzo di Vallumbria fino alla Cima Gaviola e alla salita al Monte delle Scale, spettacolare punto di vista su Bormio e l’alta Valtellina.

    Altri luoghi per Itinerari della Prima Guerra Mondiale

  1. Bormio
  2. Chiavenna e dintorni
  3. Tirano e dintorni
  4. Val Gerola
  5. Valdidentro
  6. Valfurva
Vai a Cultura

Valdisotto

 

Valdisotto (1139 m s.l.m.)  - antico e strategico passaggio militare data la sua collocazione geografica (da visitare il Forte Venini), la Valdisotto, fino al 1797, segue le sorti di Bormio. Ancora oggi con Bormio, con le piste e gli impianti del Vallecetta, e con la Valdidentro, con quelli del monte di San Colombano, condivide una delle più importanti ski area della provincia di Sondrio. Se Bormio e Valdidentro sono patria di acque termali e curative, Valdisotto produce una delle acque minerali più famose al mondo: Levissima. Una natura intensa quella di Valdisotto, stravolta dagli eventi calamitosi del 1987. Nonostante il dramma, ambiente e paesaggio, pur mutando, hanno riacquistato tutto il loro fascino. Sci e natura con la Riserva Naturale del Paluaccio, ma anche raffinata cultura alpina. Merita una visita la chiesa di S. Bartolomeo de Castelàz, in stile romanico, con tre interessanti cicli pittorici e scavi archeologici che hanno riportato alla luce le fondamenta dell’abside primitiva. Da vedere a Cepina: la parrocchiale dell’Assunta e l’attiguo settecentesco ossario decorato all’esterno con affreschi di Pietro Ligari, la parrocchiale di Santa Maria Maddalena che conserva un trittico del 1590 di C. Valorsa e la chiesa di Santa Lucia con altri affreschi del Valorsa.

Info:  www.bormio.eu /  www.visitvaldisotto.it   

Forte

  1. Forte Venini di Oga

    Valdisotto
    Tel: +39 0342.950166
    info@visitvaldisotto.it

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Valdisotto