Parchi e Riserve Naturali

 

Entrate in un’oasi verde nel cuore delle Alpi. Oltre la metà del territorio della Valtellina accoglie parchi e riserve naturali. Meta eccezionale tutta da scoprire è il Parco Nazionale dello Stelvio, il più grande dell’Arco Alpino. Attraverso percorsi segnalati potete incontrare cervi, caprioli, camosci, stambecchi, volpi, ermellini e marmotte, mentre in volo si librano aquile reali, falchi e gipeti. Area protetta di grande pregio è il Parco delle Orobie Valtellinesi il cui simbolo è il gallo cedrone. C’è, poi, un ospite d’eccezione: è un orso bruno che vive all'Osservatorio eco-faunistico alpino dell'Aprica, in una “casa” di 25 mila metri quadrati, all’interno della quale si snoda un sentiero didattico-naturalistico attrezzato che porta a vedere animali di difficile osservazione in natura. Nei pressi di Aprica c'è anche la Riserva Naturale di Pian Gembro con alcune rare specie botaniche. Se la Riserva Naturale della Val di Mello vi stupirà per la bellezza dei paesaggi racchiusi da verticali  pareti rocciose di ghiandone, un granito adatto all'arrampicata, nel fondovalle trovate la Riserva Naturale del Pian di Spagna e del Lago di Mezzola, un punto di incontro tra lago di Como, Valtellina e Valchiavenna. La riserva ospita una ricchissima avifauna e regale notevoli suggestioni paesaggistiche.

Vai a Natura e paesaggi

Morbegno e dintorni

foto di formato 750 x 370
 

Morbegno (262 m s.l.m.)- si trova allo sbocco della Valgerola. La sua posizione favorì, sin dalla prima metà del XIV secolo, scambi e contatti con le comunità del comasco, della pianura padana e della Bergamasca attraverso il Passo S. Marco. La soliva sponda Retica è percorsa da strade e sentieri, che corrono fra vigneti e castagneti e collegano paesi e chiesette. Interessanti gli itinerari bike con suggestive tappe che partono direttamente dal centro città oppure dal Sentiero Valtellina, dove è sempre attivo il servizio Valtellina Rent a Bike. Ricca di storia e arte, Morbegno è attraversata dal torrente Bitto che scende dalla Valgerola, dove si produce il famosissimo formaggio Bitto, presidio Slow Food e protagonista dell’annuale Mostra del Bitto, che si può degustare e acquistare nei negozi storici di prodotti tipici. Rinomata anche la manifestazione Morbegno in Cantina durante la quale è possibile degustare i prestigiosi vini della Valtellina. Da vedere la collegiata di S. Giovanni Battista (XVIsec.) con tele dei Ligari, del Petrini e di altri insigni artisti, la chiesa sconsacrata di S. Antonio, ora auditorium, il Santuario dell’Assunta,consacrato nel 1506, la chiesa di S. Rocco (1530), palazzo Malacrida, il ponte di Ganda. Morbegno diede i natali al pittore Pietro Romegialli (1738-1799) e all’economista e politico Ezio Vanoni (1903-1956).

Info: www.portedivaltellina.it

 

Uffici Informazioni

  1. Parco della bosca

    Loc. Campovico
    Morbegno
    Tel: +39 0342 601140
    info@portedivaltellina.it
    http://www.portedivaltellina.it

  2. Consorzio Riserva Neturale Pian di Spagna - Lago di Mezzola

    Sorico, Via Della Torre 1/A
    Dubino, Novate Mezzola, Verceia
    Tel: +39 0344 84251 
    piandispagna@libero.it
    http://www.piandispagna.it

Dove soggiornare

Alberghi

  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Morbegno e dintorni