Parchi e Riserve Naturali

 

Entrate in un’oasi verde nel cuore delle Alpi. Oltre la metà del territorio della Valtellina accoglie parchi e riserve naturali. Meta eccezionale tutta da scoprire è il Parco Nazionale dello Stelvio, il più grande dell’Arco Alpino. Attraverso percorsi segnalati potete incontrare cervi, caprioli, camosci, stambecchi, volpi, ermellini e marmotte, mentre in volo si librano aquile reali, falchi e gipeti. Area protetta di grande pregio è il Parco delle Orobie Valtellinesi il cui simbolo è il gallo cedrone. C’è, poi, un ospite d’eccezione: è un orso bruno che vive all'Osservatorio eco-faunistico alpino dell'Aprica, in una “casa” di 25 mila metri quadrati, all’interno della quale si snoda un sentiero didattico-naturalistico attrezzato che porta a vedere animali di difficile osservazione in natura. Nei pressi di Aprica c'è anche la Riserva Naturale di Pian Gembro con alcune rare specie botaniche. Se la Riserva Naturale della Val di Mello vi stupirà per la bellezza dei paesaggi racchiusi da verticali  pareti rocciose di ghiandone, un granito adatto all'arrampicata, nel fondovalle trovate la Riserva Naturale del Pian di Spagna e del Lago di Mezzola, un punto di incontro tra lago di Como, Valtellina e Valchiavenna. La riserva ospita una ricchissima avifauna e regale notevoli suggestioni paesaggistiche.

Vai a Natura e paesaggi

Valdisotto

 

Valdisotto (1139 m s.l.m.)  - antico e strategico passaggio militare data la sua collocazione geografica (da visitare il Forte Venini), la Valdisotto, fino al 1797, segue le sorti di Bormio. Ancora oggi con Bormio, con le piste e gli impianti del Vallecetta, e con la Valdidentro, con quelli del monte di San Colombano, condivide una delle più importanti ski area della provincia di Sondrio. Se Bormio e Valdidentro sono patria di acque termali e curative, Valdisotto produce una delle acque minerali più famose al mondo: Levissima. Una natura intensa quella di Valdisotto, stravolta dagli eventi calamitosi del 1987. Nonostante il dramma, ambiente e paesaggio, pur mutando, hanno riacquistato tutto il loro fascino. Sci e natura con la Riserva Naturale del Paluaccio, ma anche raffinata cultura alpina. Merita una visita la chiesa di S. Bartolomeo de Castelàz, in stile romanico, con tre interessanti cicli pittorici e scavi archeologici che hanno riportato alla luce le fondamenta dell’abside primitiva. Da vedere a Cepina: la parrocchiale dell’Assunta e l’attiguo settecentesco ossario decorato all’esterno con affreschi di Pietro Ligari, la parrocchiale di Santa Maria Maddalena che conserva un trittico del 1590 di C. Valorsa e la chiesa di Santa Lucia con altri affreschi del Valorsa.

Info:  www.bormio.eu /  www.visitvaldisotto.it   

Uffici Informazioni

  1. Riserva Naturale Paluaccio di Oga

    Località Paluaccio
    Valdisotto
    Tel: +39 0342 950166
    info@visitvaldisotto.it
    http://www.visitvaldisotto.it

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Valdisotto