Parchi e Riserve Naturali

 

Entrate in un’oasi verde nel cuore delle Alpi. Oltre la metà del territorio della Valtellina accoglie parchi e riserve naturali. Meta eccezionale tutta da scoprire è il Parco Nazionale dello Stelvio, il più grande dell’Arco Alpino. Attraverso percorsi segnalati potete incontrare cervi, caprioli, camosci, stambecchi, volpi, ermellini e marmotte, mentre in volo si librano aquile reali, falchi e gipeti. Area protetta di grande pregio è il Parco delle Orobie Valtellinesi il cui simbolo è il gallo cedrone. C’è, poi, un ospite d’eccezione: è un orso bruno che vive all'Osservatorio eco-faunistico alpino dell'Aprica, in una “casa” di 25 mila metri quadrati, all’interno della quale si snoda un sentiero didattico-naturalistico attrezzato che porta a vedere animali di difficile osservazione in natura. Nei pressi di Aprica c'è anche la Riserva Naturale di Pian Gembro con alcune rare specie botaniche. Se la Riserva Naturale della Val di Mello vi stupirà per la bellezza dei paesaggi racchiusi da verticali  pareti rocciose di ghiandone, un granito adatto all'arrampicata, nel fondovalle trovate la Riserva Naturale del Pian di Spagna e del Lago di Mezzola, un punto di incontro tra lago di Como, Valtellina e Valchiavenna. La riserva ospita una ricchissima avifauna e regale notevoli suggestioni paesaggistiche.

Vai a Natura e paesaggi

Valfurva

Valfurva
 

Valfurva (1339 m s.l.m.) - attraversata dal torrente Frodolfo, qui la natura è ricca e incontaminata. Il versante destro ricade interamente nel Parco Nazionale dello Stelvio. Regina dall'imponente corona dei gruppi dell'Ortles-Cevedale, con il ghiacciaio dei Forni (il più esteso d'Italia), e del Gavia-Sobretta, Valfurva promette emozioni irripetibili per gli appassionati di sci alpino, sci alpinismo, sci nordico e alpinismo. Da provare una discesa da brivido lungo la pista intitolata a Deborah Compagnoni, la campionessa olimpica di casa, così come il suggestivo tracciato immerso nel bosco per lo sci nordico. D'estate sono innumerevoli le mete, che siano alpeggi o rifugi, per passeggiate o trekking più impegnativi. Se siete appassionati di mountain bike potete scegliere dagli itinerari più semplici alle grandi salite che hanno fatto la storia del ciclismo: il Gavia, il Mortirolo e lo Stelvio. Oltre all'aria buona qui respirate anche arte e cultura. Da vedere a Uzza le chiese della Beata Vergine della Misericordia a pianta ottagonale (inizio XVIII sec.) e di S. Rocco, probabilmente eretta nel 777 e ricostruita nel 1491, a S. Nicolò la parrocchiale dei SS. Nicolò e Giorgio, esistente già prima del 1228, a S. Antonio la chiesa di S. Antonio Abate, citata in un documento del 1421 e il Museo Vallivo della Valfurva.   

Info: www.bormio.eu /  www.santacaterina.it      

Uffici Informazioni

  1. "Centro visitatori ""Baita del Parco"""

    Piazza Forba 4
    Valfurva
    Tel: +39 0342 945074
    centrovisitevalfurva@stelviopark.it
    http://www.stelviopark.it

Dove soggiornare

Alberghi

  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Valfurva