Trekking

 

Fare trekking in Valtellina significa scoprire ritmi nuovi immersi in panorami ogni volta diversi. Dai borghi ai Parchi e Riserve Naturali, dai sentieri che salgono piano costeggiando i torrenti a quelli che portano veloce verso le cime. Se siete esperti, vi aspetta l'Alta Via della Valmalenco (da fare in otto tappe): un viaggio, lungo 130 km, dominato dalle cime del Pizzo Scalino e del Bernina. Il Sentiero Roma vi porterà sulle montagne della Val Masino. Bellissimi i trekking storici della "Via Spluga” e della "Via Bregaglia" in Valchiavenna, il "Sentiero Rusca" che parte da Sondrio e arriva a Thusis, la "Gran Via delle Orobie", il "Sentiero della Pace" in Alta Valtellina sui luoghi della Prima Guerra Mondiale e la "Via Alpina”, un lungo itinerario escursionistico (in 342 tappe) che attraversa otto paesi dell'arco alpino. La Valtellina è protagonista di questo affascinante viaggio con ben 14 tappe che si snodano dal Passo dello Stelvio alla Valchiavenna. Mete imperdibili sono anche la “Via del Vino e del Sale” tra Bormio e la Svizzera, e la “Via dei Terrazzamenti” che va da Tirano a Morbegno ricamando un percorso tra i vigneti terrazzati e i borghi del versante retico.

Vai a Natura e paesaggi

Valdisotto

 

Valdisotto (1139 m s.l.m.)  - antico e strategico passaggio militare data la sua collocazione geografica (da visitare il Forte Venini), la Valdisotto, fino al 1797, segue le sorti di Bormio. Ancora oggi con Bormio, con le piste e gli impianti del Vallecetta, e con la Valdidentro, con quelli del monte di San Colombano, condivide una delle più importanti ski area della provincia di Sondrio. Se Bormio e Valdidentro sono patria di acque termali e curative, Valdisotto produce una delle acque minerali più famose al mondo: Levissima. Una natura intensa quella di Valdisotto, stravolta dagli eventi calamitosi del 1987. Nonostante il dramma, ambiente e paesaggio, pur mutando, hanno riacquistato tutto il loro fascino. Sci e natura con la Riserva Naturale del Paluaccio, ma anche raffinata cultura alpina. Merita una visita la chiesa di S. Bartolomeo de Castelàz, in stile romanico, con tre interessanti cicli pittorici e scavi archeologici che hanno riportato alla luce le fondamenta dell’abside primitiva. Da vedere a Cepina: la parrocchiale dell’Assunta e l’attiguo settecentesco ossario decorato all’esterno con affreschi di Pietro Ligari, la parrocchiale di Santa Maria Maddalena che conserva un trittico del 1590 di C. Valorsa e la chiesa di Santa Lucia con altri affreschi del Valorsa.

Info:  www.bormio.eu /  www.visitvaldisotto.it   

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Valdisotto