Vini DOC e DOCG

 

Scoprite la storia e il gusto dei vini della Valtellina che, fin dai tempi dei Romani, è terra di viti e vino. Provate ad attraversare la vallata: sarete sorpresi dallo straordinario sistema terrazzato con una miriade di muretti a secco in sasso che rendono possibile la coltivazione della vite nelle zone ripide e più soleggiate delle Alpi Retiche. Fermatevi dai produttori e chiedete di assaggiare il frutto del loro lavoro: i vini della Valtellina - protetti dal marchio DOC (Denominazione di origine controllata) e DOCG (Denominazioni di Origine Controllate e Garantite) – nascono da uve nebbiolo e hanno una grande personalità. Fra i DOCG non perdetevi lo Sforzato, un passito rosso secco  o il Valtellina Superiore, prodotto con le uve dell’area compresa tra Berbenno di Valtellina e Tirano, suddiviso nelle cinque sotto denominazioni Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno e Valgella. Lasciatevi condurre nel mondo della viticoltura dal grande regista Ermanno Olmi che proprio al vino della Valtellina ha dedicato il docu-film “Rupi del Vino”.

Info: www.consorziovinivaltellina.com
         www.stradavinivaltellina.com

Vai a Sapori e Artigianato

Teglio

Teglio (856 m s.l.m.) - sul versante Retico, rivolto a mezzogiorno verso le Prealpi Orobie, l'antico borgo di Teglio gode di una posizione privilegiata. Baciato dal sole è luogo ideale per diverse colture: quella della vite, della segale e del grano saraceno, ingrediente principale del più famoso piatto della cucina tipica locale. La ricetta originale dei Pizzoccheri è oggi tutelata dall'Accademia del Pizzocchero. Abitato fin dai tempi più antichi, il paese di Teglio ha sempre giocato un ruolo strategico. Evidenti i segni delle diverse dominazioni che si sono susseguite: dai Romani, ai Longobardi, ai Grigioni fino alla Repubblica Cisalpina di Napoleone. Oggi considerato uno dei borghi più belli d'Italia, vi offre oltre ai sapori della tradizione una grande varietà di testimonianze artistico-culturali. Meritano una visita: Palazzo Besta, antica dimora cinquecentesca rinascimentale, con annesso l’Antiquarium Tellinum – la torre “De li Beli Miri” - la parrocchiale di S. Eufemia (XV sec.) - l’oratorio dei Bianchi con l’affresco di facciata “la Danza Macabra” (XV sec.) - la chiesetta romanica di S. Pietro. Teglio è una  "Città Slow" certificata. Grazie alla qualità dell’accoglienza, alla salvaguardia degli aspetti storici, artistici e naturali e alla buona tavola  fa parte della  rete internazionale delle città del buon vivere.

Info:  www.valtellinaturismo.com

Aziende

  1. F.lli Bettini

    Via Nazionale, 68
    S. Giacomo di Teglio
    Tel: +39 0342 786068
    Fax: +39 0342 786535
    bettvini@tin.it
    http://www.vinibettini.it

  2. Caven Camuna

    Via Caven, 1
    Teglio
    Tel: +39 0342 482631
    Fax: +39 0342 483796
    info@cavencamuna.it
    http://www.cavencamuna.it

  3. Sandro Fay

    Via Pila Caselli, 1
    S. Giacomo di Teglio
    Tel: +39 0342 786071
    Fax: +39 0342 786058
    info@vinifay.it
    http:/www.vinifay.it

  4. La Perla - Triacca Marco Domenico

    Via Valgella, 29/D
    Tresenda
    Cell: +39 346 2878894
    info@vini-laperla.com
    http://www.vini-laperla.com

Dove soggiornare

Alberghi

  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Teglio