Chiavenna e dintorni

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Chiavenna e dintorni

Autunno di gusto in Valtellina

I Crotti della Valchiavenna

Non si può parlare della Valchiavenna e della sua cucina senza nominare il crotto: sin dai tempi più remoti luogo ideale per la conservazione di formaggi, salumi e vini grazie ad una corrente d'aria a temperatura costante di 6/8 gradi. Per i valchiavennaschi non è solo luogo per la stagionatura dei prodotti locali, ma anche di convivialità e condivisione, dove per tradizione ci si ritrova in compagnia. Per celebrare questo luogo, ogni anno a settembre si tiene la Sagra dei Crotti (www.sagradeicrotti.it), per la cui occasione vengono aperti numerosi crotti privati e proposti percorsi enogastronomici alla scoperta dei piatti tipici.

 
 

Salumi, formaggi, dolci e miele

Tra i salumi in Valchiavenna si devono assaggiare la bresaola e il Violino di capra. Le origini della brisaola risalgono al 1400, consiste in una carne secca salata, sapientemente lavorata, aromatizzata e stagionata. La prima domenica di ottobre si celebra il Dì de la Bresaola. Il violino è invece un prosciutto ricavato dalla coscia o dalla spalla di capra che tradizionalmente viene affettato brandendolo come lo strumento musicale, appoggiato alla spalla. Dal 2000 è presidio Slow Food. Caratteristici delle nostre valli, sono anche i formaggi di latteria e d'alpe, ossia prodotti negli alpeggi di alta montagna durante la stagione estiva, che, insieme al burro locale, sono ingredienti di qualità nella preparazione dei piatti tipici. I dolci sono sicuramente apprezzati dai più golosi e tra tutti spiccano i "Biscottini di Prosto", la cui ricetta originale è tramandata e custodita da più di cent'anni dalla famiglia Del Curto che a Prosto di Piuro ha il proprio laboratorio artigianale. In Valchiavenna non si può non gustare una fetta di Torta fioretto, che prende il nome dai fiori sminuzzati di finocchio selvatico ("fioretto").Infine il miele della Valchiavenna, dalla purezza inconfondibile, prende il gusto della tipica flora delle nostre vallate alpine, in cui ricche fioriture si susseguono durante tutto l'arco della stagione. 

 
 

Vino e birra

Gusto e passione. La cittadina di Morbegno ben rappresenta lo spirito dei buoni sapori che attraversa tutta la provincia di Sondrio. Specialmente nel periodo autunnale Morbegno sa mettere in vetrina quanto di buono e gustoso il territorio è capace di offrire.
Morbegno in Cantina e la Mostra del Bitto sono due momenti imperdibili per chi vuole assaggiare la Valtellina e conoscere le sue stupefacenti prelibatezze.
Poggiata sul conoide  ai piedi della Val Gerola, Morbegno incanta con i suoi palazzi storici e le vie strette del centro storico diventando, nei mesi di settembre e ottobre, il palcoscenico perfetto per le eccellenze dell’enogastronomia valtellinese.