Sondrio e dintorni

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Sondrio e dintorni

Tra meli in fiore e promesse di grandi vini

 

Il verde acceso e vitale delle prime foglioline, i teneri germogli delle viti, i colori intensi, quasi sfacciati, dei narcisi, delle prime rose, delle viole ciocche, dei tulipani e dei glicini che spesso abbracciano con tutta la loro potenza secolare le belle facciate delle vecchie case di paese. E poi il delicato bianco che si stende a perdita d’occhio: quello dei meleti in fiore ben visibili da Castionetto di Chiuro fin oltre Tresivio. La primavera in Valtellina non ammette compromessi: le giornate sono belle e le temperature iniziano ad essere molto gradevoli, i cieli sono di un azzurro intenso e convinto che, verso sera, vira al blu cobalto. Lo spettacolo delle fioriture, da sempre momento tanto delicato quanto fondamentale nella vita rurale di questa Valle alpina, merita davvero di essere visto e…”assaporato”. Per l’agricoltura la primavera è tempo di grandi promesse. Concedetevi qualche giorno e fate il pieno di stupore.

 
 

E’ possibile godere di tanta bellezza percorrendo a piedi alcuni tratti della Strada dei Vini. Una comoda e agevole via a mezza costa che consente di conciliare la voglia di natura con quella di cultura concedendosi anche dei gustosi intermezzi. Partendo dalla zona di Bianzone, alle porte della nota zona di produzione dei vini Valgella DOCG, ci si può rilassare sulla bellissima terrazza dalla Locanda Altavilla. Qui grazie ad un oste d’eccezione quale solo Anna Bertola sa essere potrete gustare interessanti piatti in grado di valorizzare alcune delle più prelibate materie prime locali. Il tutto ovviamente accompagnato da uno dei vini scelti della corposa carta del locale http://www.altavilla.info/. Rifocillati, recatevi a Teglio, città Slow, e patria del Pizzocchero, e date uno sguardo al panorama dalla Torre de Li Beli Miri. Meritano una visita Palazzo Besta, antica dimora cinquecentesca rinascimentale, con annesso l’Antiquarium Tellinum – la torre “De li Beli Miri” - la parrocchiale di S. Eufemia (XV sec.) - l’oratorio dei Bianchi con l’affresco di facciata “la Danza Macabra” (XV sec.) - la chiesetta romanica di S. Pietro. Proseguite scendendo verso il fondovalle passando per la zona di incisioni rupestri (Caven), attraverso più di venti chilometri quadrati di terrazzamenti vitati, campi di grano e boschi. http://www.valtellina.it/it/attivita/vini-doc-e-docg/teglio

 
 

Appagata la sete di cultura, ora la protagonista indiscussa è la natura. Da Castionetto di Chiuro fin dove l’occhio si perde, infatti, in questo periodo si può ammirare la fioritura dei meleti. Ponte in Valtellina, uno dei borghi più antichi e suggestivi della provincia di Sondrio, dedica a questo evento, da 40 anni, un’intenso programma di iniziative che spaziano dalla musica alla cultura, dalle passeggiate ai convivi enogastronomici, dalle proiezioni ai circoli letterari. http://www.biblioponte.eu/

 
 

Proseguite fino a raggiungere la zona di produzione dei famosi vini DOCG della zona dell’Inferno e poco più avanti quella degli originali DOCG del Grumello dove, nel comune di Montagna in Valtellina, potrete ammirare anche il Castel De Piro al Grumello. Conosciuto anche come Castel Grumello per via del dosso roccioso sul quale è costruito, fu edificato tra la fine del 200 e l'inizio del 300 dalla famiglia ghibellina comense dei De Piro. Da qui potrete godere di una bellissima vista sul fondovalle così come potrete concedervi un ottimo pranzo o una raffinata cena presso il Ristoro Castel Grumello. http://www.valtellina.it/it/approfondimenti/castelli/castel-grumello http://www.ristorogrumello.com/

 

Oltrepassato Sondrio accederete ad un altro tesoro paesaggistico: la zona vitivinicola della Sassella. La zona di produzione del Valtellina Superiore Sassella DOCG si trova subito a ovest di Sondrio, fra il Comune di Castione Andevenno e il grande dosso che si erge a ovest del capoluogo. Un’area impervia e soleggiata che comprende la rupe del Santuario mariano della Sassella, risalente al 1400. http://www.valtellina.it/it/attivita/vini-doc-e-docg/sondrio-e-dintorni