Tirano e dintorni

Dove soggiornare

Alberghi

  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Tirano e dintorni

NELLA VALLE DEL GUSTO ALLA RICERCA DI ANTICHI SAPORI

 

Le giornate si accorciano e si rientra in ufficio,eppure, proprio in questi mesi, la Valtellina è in grado di proporsi nella sua veste migliore. L’abbacinante luce estiva si fa più morbida e dorata, i tramonti sono di un rosa delicato e avvolgente, le temperature sono miti. Le vette invogliano ancora ed è forte il richiamo per una bella escursione prima che rifugi e capanne chiudano per la pausa invernale. Quando sifa sera, scesi sul fondovalle nei principali centri della provincia c’è che l’imbarazzo della scelta per scoprire e conoscere un altro aspetto di questa Valle nel cuore delle Alpi. Come è ormai noto la tarda estate e l’autunno valtellinesi sono ricchissimi di proposte per “gustare” gli antichi sapori di una cucina semplice ma ricchissima. Nate tradizionalmente da una ricorrenza religiosa (dal latino sacrum “sacro”) o per festeggiare il raccolto, ancora oggi le sagre in Valtellina rappresentano un momento molto importante in termini di coesione sociale e di apertura alle altre comunità. Non si tratta solo di un’occasione conviviale, con il tempo, infatti, questi eventi sono diventati un’opportunità perla valorizzazione delle eccellenze agroalimentari di cui è ricca la provincia di Sondrio. Le sagre sono tantissime e tutte di livello, ne proponiamo alcune ipotizzando un breve viaggio che da Teglio, nella media Valle, ci porta fino in Valchiavenna. Il filo rosso è rappresentato ovviamente dai prodotti tipici e quindi dai pizzoccheri, dai pregiati vini, dai ricchi formaggi prodotti in quota, fino alle mele e alla bresaola. Tutti prodotti che da tempo si possono fregiare dei prestigiosi marchi di tutela IGP, DOP; DOC e DOCG.
http://www.valtellina.it/it/eventi-enogastronomia-valtellina-autunno-2017/


 

Nei fine settimana del 2/3, 9/10, 16/17 e 23/24 settembre a Teglio, bellissimo antico borgo, va in scena il Pizzocchero d’Oro, una rassegna gastronomica dedicata al piatto principe della cucina valtellinese che qui è nato e che ha recentemente ottenuto la possibilità di fregiarsi del marchio IGP. http://www.valtellina.it/it/approfondimenti/pizzoccheri/pizzoccheri
In occasione di questi weekend dedicati al gusto è possibile degustare comunque un’ampia varietà di proposte gastronomiche. Suggeriamo la prenotazione. Basta rivolgersi ai numerosi ristoranti che aderiscono all’iniziativa.

 
 

Da Teglio si scende verso il fondovalle ammirando per altro il bellissimo conoide alluvionale dove un’ampia estensione di meleti da origine alla mela di Valtellina IGP nelle sue varietà più croccanti e succose. Proprio a questo frutto è dedicata unasagra che si tiene normalmente ad inizio ottobre a Villa di Tirano. http://www.valtellina.it/it/attivita/mele

 
 

Dopo questa veloce deviazione in direzione nord, invertite il senso di marcia e fermatevi a Chiuro dove dall'8 al17 settembre, i migliori vini valtellinesi sono i protagonisti della 34° edizione del Grappolo d’Oro. Dieci giorni tra vigneti e scorci storici del piccolo borgo medievale. Novità di quest’anno per l’appunto una passeggiata “medievale”. http://www.valtellina.it/it/attivita/vini-doc-e-docghttp://www.prolocochiuro.it/pdf/programma_2017.pdf

 
 

Dai pregiati vini nebbiolo ai profumati formaggi prodotti in quota durante i mesi estivi quando le mandrie si trovano in malga. Si parla di Bitto ovviamente, una DOP di indubbio livello e pregio. Da anni ormai, siamo alla 110° edizione, nel centro storico di Morbegno, tra viuzze antiche e nobili palazzi, vain scena il14 e 15 ottobre la Mostra del Bitto. Nel bellissimo centro della bassa valle si snodano percorsi golosi, tra degustazioni, street food, show cooking stellati, lavorazioni in diretta, mercatini, spettacoli e concerti. Tanti gli eventi a corollario: tra laboratori didattici per i più piccini, pranzi e cene a “km zero” e aree green.http://www.mostradelbitto.com/

 
 

Imperdibile una visita in Valchiavenna dove il 3 settembre e dall'8 al10 settembre sisvolge la Sagra dei Crotti, uno degli appuntamenti enogastronomici più importanti in Valchiavenna. I crotti sono antichissime grotte naturali usate per conservare gli alimenti. Durante la sagra sarà possibile mangiare in uno dei crotti convenzionati oppure scegliere di "Andem a Crot", ossia di percorrere itinerari enogastronomici alla scoperta di alcuni crotti di proprietà privata, nascosti negli angoli più suggestivi di Chiavenna e dintorni. http://www.sagradeicrotti.it/