Iniziativa realizzata con il contributo di Regione Lombardia

Fundacion Contador: il team Kometa

 

Il team ciclistico Kometa nasce dai team Under 23 e Junior della fondazione Alberto Contador. Quest'ultima, nata per volontà dell'omonimo campione spagnolo e del fratello Fran, si pone due principali obiettivi strettamente legati fra loro: la lotta contro l'ictus ed altre malattie e la promozione, soprattutto verso i giovani, del ciclismo come sport e quindi anche come forma di riduzione del rischio di malattie. 
La Fondazione cerca inoltre di trasmettere ai giovani le conoscenze sportive necessarie per la pratica del ciclismo (anche a livello professionale) e una serie di valori quali onestà, rispetto, spirito di sacrificio, attenzione verso l'alimentazione.

La Valtellina appoggia il team Kometa

La Valtellina, con lo Stelvio, il Gavia, il Mortirolo e altre grandi salite, è una delle mete imperdibili per gli amanti del ciclismo su strada e condivide ed appoggia pienamente i valori che la Fondazione Contador trasmette ai propri corridori. In particolare:

Il logo Valtellina, per tutta la stagione 2019, sarà presente sulle divise dei corridori del team;  

Con sede in Ungheria, Kometa, azienda di lavorazione delle carni suine e di produzione di salumi che fa a capo alla famiglia Pedranzini di Bormio, sostiene il team: "Abbiamo scelto di appoggiare il ciclismo perchè è uno sport che richiede duro lavoro, spirito di sacrificio e tenacia! Qualità che hanno accompagnato anche i nostri antenati nel costruire la nostra amata Valtellina... Abbiamo deciso di unirci alla Fondazione Contador con Polartec per l'unicità del loro progetto: sono dedicati, prima di tutto, a crescere dei giovani uomini per farne persone preparate e oneste, poi dei ciclisti professionisti e, speriamo, anche alcuni campioni!"

La Valtellina è presente anche "di persona": il campione Ivan Basso, che segue personalmente il team con Alberto Contador,è infatti originario di Bianzone (vicino Tirano).