Giro d'Italia

La Valtellina protagonista del Giro d'Italia 2022 con la Sforzato Wine Stage

 

In occasione del 105° Giro d'Italia, in programma da venerdì 6 a domenica 29 maggio 2022, la Valtellina si conferma ancora una volta grande protagonista della corsa con l'arrivo di tappa previsto in Aprica martedì 24 maggio.

La tappa, definita quest'anno Sforzato Wine Stage in onore di uno dei prodotti simbolo della tradizione vinicola valtellinese (lo Sforzato di Valtellina DOCG), prevede la partenza da Salò e l'arrivo in Aprica, dopo un percorso di 200 km e un dislivello complessivo di 5440 metri e il passaggio sul Passo del Mortirolo.

giro d'italia 2022: profilo altimetrico della sforzato wine stage

La tappa Salò - Aprica, di 200 km, è stata valutata come una delle più interessanti e difficili dell'intera competizione.

La partenza è prevista da Salò per portarsi dentro la val Sabbia e dopo Bagolino scalare il Goletto di Cadino (ultimo passaggio nel 1998 in occasione della cavalcata vittoriosa di Pantani a Montecampione). Risalita la Val Camonica, si scala il Mortirolo da Monno (come nel 2017) per scendere a Grosio e percorrere le strade del vino Sforzato cui è dedicata la tappa scalando Teglio e quindi giungere ad Aprica attraverso il Valico di Santa Cristina su cui l’ultimo passaggio fu nel 1999.

SCOPRI L'INTERO PERCORSO DEL GIRO D'ITALIA 2022

LO SFORZATO, VINO-SIMBOLO DELLA VALTELLINA

Primo vino rosso passito secco in Italia ad aver avuto la DOCG (nel 2003), lo Sforzato di Valtellina (o Sfursat) è l'espressione del Nebbiolo ottenuto da appassimento delle uve. Un vino che raccoglie la tradizione locale di “sforzare” le uve, di concentrarle dando vita a una base di maggiore struttura e potenza.

Lo Sforzato è un vino completo, vino di ricchezza e concentrazione, ma anche di finezza ed eleganza: il vino simbolo della Valtellina tutto da scoprire e da... degustare!

SCOPRI SUL SITO DEL CONSORZIO VINI MAGGIORI INFO SULLO SFORZATO DI VALTELLINA