Musei

 

Se siete in Valtellina e se programmate un viaggio in questo bellissimo territorio, non potete perdere una visita ai musei locali: ricchi di spunti e curiosità, raccolgono tutte le testimonianze della storia, dell’arte e della tradizione locale. Per esempio, il Museo Valtellinese di Storia e Arte di Sondrio con dipinti seicenteschi e grandi tele del Settecento comprese quelle di Pietro Ligari, il più importante pittore valtellinese. Fate un salto alla collegiata di San Lorenzo di Chiavenna: qui c'è il Museo del Tesoro, famoso soprattutto per la “Pace di Chiavenna”, una preziosa copertina di evangeliario dell'undicesimo secolo. Il museo conserva anche un vasto corredo di paramenti e arredi sacri oltre a un raro codice musicale dell'Undicesimo secolo. Non meno importanti sono i musei etnografici che vi portano alla scoperta delle tradizioni popolari valtellinesi. Qualche esempio? Il Museo Civico di Bormio nel seicentesco Palazzo De Simoni, il Museo Etnografico Tiranese. 

Museo Civico di Bormio

Tra le sale del Museo Civico di Bormio, interessante quella che propone una raccolta di filatoi, a testimonianza dell'importante attività tessile femminile del passato
 

Situato all'interno del Palazzo De Simoni, il Museo Civico di Bormio presenta 27 stanze che raccolgono numerosi oggetti suddivisibili in due sezioni: quella storico-artistica e quella etnografica. Si tratta di una raccolta di oltre 4.000 oggetti che testimoniano la cultura, l’artigianato, il lavoro, il folklore e la vita religiosa nel bormiese. Esposti mediante ricostruzione ambientale si ritrovano la bottega del falegname e quella del ciabattino. Una piccola cantina ospita gli attrezzi usati nelle diverse fasi della lavorazione del latte, mentre un ampio locale custodisce gli attrezzi usati per la lavorazione dei campi e dei cereali. Una grande diligenza, che sino al 1915 prestava servizio attraverso il passo dello Stelvio è collocata nel museo insieme con carrozze, calessi e grosse slitte da neve. Da non dimenticare sono le collezioni di vecchi sci usati per le diverse discipline. A testimoniare l’importanza dell’attività tessile femminile, un’interessante raccolta di filatoi, scardassi, arcolai, fusi e un grande telaio. Una sala ospita cimeli e reperti bellici riferibili alle guerre di indipendenza, e soprattutto alla prima guerra mondiale. La sezione artistica propone ritratti, dipinti, mobili, affreschi, pale ed ancone d’altare, croci e cassettoni, ferma testimonianza della religiosità e della cultura locale.

Per gli orari di apertura del museo, clicca qui

INDIRIZZO: via Buon Consiglio 25, Bormio
CONTATTI: tel. +39 0342 912216 - info@bormio.eu