Sci di Fondo

Tracciati e anelli in scenari di incomparabile bellezza

 

Tra gli sport invernali che consentono di scoprire e vivere la montagna a ritmi lenti e al contempo allenare gran parte dei muscoli vi è lo sci di fondo. In Valtellina si trovano numerosi tracciati. alcuni ad uso agonistico mentre altri ad uso turistico, immersi in paesaggi incantevoli, circondati da scenari d’incomparabile bellezza.

PISTE PER LO SCI DI FONDO

A Livigno si trovano circa 30 km di piste per lo sci nordico che costeggiano il paese e che sono in parte già disponibili verso la fine di ottobre quando, grazie alla particolare tecnica dello snowfarming, anche la neve dell'anno precedente viene utilizzata per creare un tracciato ad anello, ideale per la preparazione di squadre agonistiche nazionali e internazionali in vista della stagione.

Sempre in Alta Valtellina, nel comprensorio di Bormio, si trovano altre due importanti località per gli appassionati dello sci di fondo: S. Caterina Valfurva, immersa nel Parco Nazionale dello Stelvio e tra i cui tracciati merita una menzione la pista Valtellina, già sede di diverse gare internazionali e Valdidentro, con circa 25 km di piste, tra cui la Viola che costeggia l'omonimo fiume e dove è a disposizione anche un rinomato centro per la pratica del biathlon.

La Valmalenco conta invece tre distinte aree con circa 40 km di piste: dalla scenografica pista intorno al lago Palù a quella di San Giuseppe che raggiunge Chiareggio, fino a quella di Lanzada, illuminata anche di sera. E poi lo sci di fondo in Aprica, nella splendida riserva naturale di Pian Gembro e a Trivigno e in Valchiavenna, a Madesimo e Campodolcino, dove si trovano due anelli di circa 5 km ad ingresso libero. A queste piste si aggiungono infine in estate quelle del Passo dello Stelvio.

A disposizione di tutti gli appassionati scuole sci e negozi di noleggio attrezzatura, ubicati spesso nelle vicinanze delle piste.