Castelli

 

Fate un giro nella memoria storica della Valtellina. Troverete fortificazioni su speroni di roccia, come il Castel Masegra di Sondrio di epoca medievale o, poco lontano, il Castello Paribelli di Albosaggia.  Se i resti del Castel De Piro al Grumello di Montagna in Valtellina affacciano sui vigneti terrazzati dove si produce l'omonimo vino rosso Valtellina Superiore DOCG, la Torre “De li Beli Miri” domina la Valtellina dal dosso di Teglio. A Bormio, nella centrale piazza Cavour, incrocerete la Torre delle Ore di origine medievale e, poco distante,  il Castello De Simoni, sede del Comune, mentre in Valchiavenna, tra Gordona e Samolaco, sorge la torre di Segname, ancora intatta. Dalla Valdidentro a Teglio, dalla Valmalenco a Chiuro fino a Mello: sono tantissime le testimonianze del passato comprese le città di Chiavenna e Tirano con i resti delle mura che fece erigere Ludovico il Moro. Fate, infine, un giro tra le opere difensive della prima guerra mondiale, come il Forte Venini di Oga  in Valdisotto  o il Forte Montecchio Nord e quello di Fuentes, a Colico, o alla Galleria di Mina di San Fedele a Verceia.

Vai a Cultura

Bormio

Panoramica di Bormio
 

Bormio (1225 m s.l.m.)  - antica Contea, detta anche "Magnifica Terra", deve la propria fortuna alla sua posizione geografica, corridoio strategico per le comunicazioni transalpine. Natura, sport, neve, benessere, cultura e sapori...Dove? A Bormio, naturalmente. Oltre 50 chilometri di piste perfettamente innevate nella stagione invernale e la possibilità di praticare lo sci  estivo nella suggestiva cornice del Passo dello Stelvio  (2758-3420 m slm). Le sorgenti di acque termali, note fin dai tempi degli antichi romani, sono state valorizzate grazie a impianti  e strutture dove modernità e professionalità hanno esaltato il secolare rito "salus per aqua". Momenti di puro relax, così come già fu fin dai primi del 900, alle Terme di Bormio e ai vicini  Bagni Vecchi e Nuovi nella vicina Valdidentro. L'intera area, racchiusa nel Parco Nazionale dello Stelvio, gode di un patrimonio naturalistico straordinario. La vicinanza ai Passi alpini  dello Stelvio, del Gavia e del Mortirolo rende quest'area un vero paradiso per gli amanti delle  due ruote. Qui sono state scritte le più epiche pagine del ciclismo. Il centro storico della  "Magnifica Terra" merita una vista. Nel cuore delle Alpi, camminando per antiche vie si  incontrano chiese, dimore nobiliari e torri che raccontano i fasti della nobile Contea. Il legame con le antiche tradizioni è ancora forte grazie alle manifestazioni folkloristiche che la comunità bormina ripropone ogni anno: i Pasquali e il Carneval di Mat.

Info:  www.bormio.eu   

Uffici Informazioni

  1. Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica Bormio

    Bormio
    Tel: +39 0342 903300
    info@bormio.eu

Dove soggiornare

Alberghi

  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Bormio