Castelli

 

Fate un giro nella memoria storica della Valtellina. Troverete fortificazioni su speroni di roccia, come il Castel Masegra di Sondrio di epoca medievale o, poco lontano, il Castello Paribelli di Albosaggia.  Se i resti del Castel De Piro al Grumello di Montagna in Valtellina affacciano sui vigneti terrazzati dove si produce l'omonimo vino rosso Valtellina Superiore DOCG, la Torre “De li Beli Miri” domina la Valtellina dal dosso di Teglio. A Bormio, nella centrale piazza Cavour, incrocerete la Torre delle Ore di origine medievale e, poco distante,  il Castello De Simoni, sede del Comune, mentre in Valchiavenna, tra Gordona e Samolaco, sorge la torre di Segname, ancora intatta. Dalla Valdidentro a Teglio, dalla Valmalenco a Chiuro fino a Mello: sono tantissime le testimonianze del passato comprese le città di Chiavenna e Tirano con i resti delle mura che fece erigere Ludovico il Moro. Fate, infine, un giro tra le opere difensive della prima guerra mondiale, come il Forte Venini di Oga  in Valdisotto  o il Forte Montecchio Nord e quello di Fuentes, a Colico, o alla Galleria di Mina di San Fedele a Verceia.

Vai a Cultura

Tirano e dintorni

foto di formato 750 x 370

Tirano (441 m s.l.m.) - si trova a pochi chilometri dalla Svizzera. Punto d’incontro tra l’itinerario alpino, attraverso i Passi di Aprica e del Bernina, e la direttrice verso Sondrio e Milano da una parte e l’Alta Valtellina dall’altra,  a Tirano sorge l'unica Basilica della provincia. Era il 29 settembre del 1504 quando le cronache registrano l'apparizione della Madonna al Beato Mario Omodei. Fu così edificato il Santuario rinascimentale della Beata Vergine. Sulla piazza della Basilica si affaccia il Museo Etnografico Tiranese. Da uno sperone di roccia sovrastante la città si può ammirare la chiesetta di S. Perpetua (XI sec.), antico xenodochio, con affreschi medievali, poco più avanti la chiesa di S. Rocco. Interessante il centro storico con i resti delle mura sforzesche e le porte Bormina, Milanese e Poschiavina, il castello di S. Maria, un susseguirsi di palazzi nobiliari, tra i quali  Palazzo Salis, Palazzo d’Oro Lambertenghi oggi casa-museo, e il campanile della parrocchiale di S. Martino. Tirano è il capolinea del "Trenino Rosso del Bernina", patrimonio UNESCO dal 2008. Turismo religioso, arte, cultura e panorami mozzafiato dalle carrozze del Trenino Rosso, ma anche tanto sport, soprattutto se siete appassionati di mountain bike. Attivo il servizio "Valtellina Rent a Bike". Anche Tirano fa parte della rete delle Città Slow.

Info:  www.valtellinaturismo.com   

 

Uffici Informazioni

  1. Ufficio Turistico Tirano

    Tirano
    Tel: +39 0342 706066
    iattirano@valtellinaturismo.com

Dove soggiornare

Alberghi

  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Tirano e dintorni