Sondalo
 

Nel  cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, Sondalo, terra di quarzi, permette ai suoi visitatori di riconciliarsi col mondo.

Grazie alla salubrità dell’aria, alla varietà del paesaggio naturale e alla particolare posizione geografica, a una quota ottimale, al riparo da venti e correnti, la località dell'Alta Valtellina è da sempre una stazione climatica di cura e soggiorno.

Qui trovano casa gli amanti della natura e del relax, così come gli appassionati di minerali e gemme, vista la presenza delle cave sotterranee di quarzo più importanti d’Europa.

Tra le passeggiate, la regina è sicuramente la Val di Rezzalo. Con il suo patrimonio di flora e fauna e i significativi esempi di architettura rurale: un vero e proprio museo all’aperto che si apre sulla destra appena usciti all’abitato.
Natura ma anche cultura e storia si respirano nella cittadina.

Il Villaggio Sanatoriale, oggi Ospedale “E. Morelli”, è stato il più grande sanatorio in Europa per la cura della tubercolosi. Prima della cura antibiotica che debellò la malattia, i sanatori permettevano di ricoverare i malati, isolandoli in maniera confortevole per prevenire il contagio.

Molto suggestiva è poi la visita al centro storico del paese, tra abitazioni rustiche e chiese con pregevoli opere d’arte e ricchi affreschi, attribuiti al pittore Giovannino da Sondalo. Degno di nota sul piano architettonico, oltre al  Villaggio Sanatoriale, il “liberty” di Pineta di Sortenna, ora casa di riposo per religiose.

Sondalo offre anche un moderno centro polifunzionale e una vita culturale molto attiva, fatta di conferenze, visite guidate ed eventi. Tra le manifestazioni di spicco, il Motoraduno Stelvio International Metzeler, la Sagra del Cornat, rustica focaccia di acqua e farina tipica della zona, e, a Natale, le Strade di cioccolato.