La Gran Via delle Orobie

 
 

TIPOLOGIA: escursione impegnativa

TEMPO DI PERCORRENZA: 4 giorni

LUNGHEZZA: 130 km

TARGET: escursionisti esperti

DESCRIZIONE PERCORSO:
La Gran Via delle Orobie, uno dei più importanti e significativi itinerari escursionistici del Parco delle Orobie Valtellinesi, è una grandiosa traversata in quota che tocca tutte le vallate orobiche, da Delebio all’Aprica, sviluppandosi per una lunghezza di 130 km ad un’altezza media di 1800 m. Il tratto che percorre le Valli del Bitto è di grande varietà paesaggistica, transitando per fitti boschi, alpeggi, laghi, rocce e vette montuose, nonché di notevole interesse naturalistico ed etnografico.

1° giorno: Rifugio Monte Legnone 1690 - Rifugio  Bar Bianco 1510 m (6-7 ore)

Si attraversa per intero la Val Lesina per passare all’Alpe Piazza 1844 m. Un saliscendi porta al Monte Olano 1702 m, all’imbocco della Valle del Bitto di Gerola. Si prosegue fino all’Alpe Culino e al sottostante Rifugio Bar Bianco 1510 m, in un tipico ambiente alpino di grande respiro.

2° giorno: Rifugio Bar Bianco 1510 m - Rifugio Casera di Trona Soliva 1907 m (6.30-7 ore)

Attraverso l’Alpe Giuf 1732 m, l’Alpe Combana 1810 m, Laveggiolo 1471 m e la Val Vedrano, si intraprende un vero e proprio percorso “conoscitivo” alla scoperta degli alpeggi della Val Gerola.

3° giorno: Rifugio Casera di Trona Soliva 1907 m - Passo San Marco 1992 m (6 ore)

Si raggiunge la testata della valle, scoprendo i magnifici laghi e le antiche miniere del ferro. Si attraversa la Val Tronella per toccare il Rifugio Salmurano 1848 m e il lago di Pescegallo a 1862 m. Dalla Valle di Bomino si passa al Passo del Verrobbio 2026 m e al Passo San Marco 1992 m.

4° giorno: Passo San Marco 1992 m - Rifugio Beniamino 1485 m (5.30-6 ore)

Dalla Valle del Bitto di Albaredo si passa alla Val Tartano attraverso il Passo di Pedena 2234 m. Lungo la testata della valle e la Cima di Lemma 2348 m si cala al Passo di Tartano 2108 m, da cui si scende direttamente al Rifugio Beniamino.