Val Febbraro

Ad un passo dalla Svizzera, uno splendido itinerario di trekking nella selvaggia Val Febbraro

 

Tra le valli di Madesimo ideali per un'escursione di trekking o in mtb, la Val Febbraro, nella parte alta della Val San Giacomo, è sicuramente da non perdere.

Trekking in Val Febbraro

L’itinerario si sviluppa dall’abitato di Isola, piccola frazione del comune di Madesimo, fino all’alpeggio di Borghetto (1.897 mt.) in Val Febbraro, posto sul ciglio di un terrazzo prativo. La valle che viene percorsa seguendo questo itinerario termina al Passo Baldiscio (2.350 mt) che segna il confine con la Val Mesolcina (Svizzera), in passato terra di contrabbando. Da Isola si può raggiungere la Val Febbraro a piedi o in bici, oppure ancora in auto acquistando il permesso di passaggio.

Isola si trova all’incrocio della Valle del Liro e della Val Febbraro. Siamo ai piedi di una valle ricca di carden, costruzioni agricole costituite da una parte a monte, in pietra o muratura, detta chjä da föç (casa del fuoco) e da una parte orientata verso valle in legno che fungeva sia da soggiorno che da camera da letto. Quest’ultima porzione dell’edificio era costituita da quattro pareti di travi ben squadrate sovrapposte orizzontalmente, incardinate nei punti di incrocio quasi in corrispondenza delle estremità.

Arrivati a Stabisotto (1.630 mt.) si prosegue su una strada sterrata con fondo abbastanza compatto in mezzo al bosco. Si esce nei pascoli sopra i 1.800 metri con molti tornanti dove si trova un fondo più sconnesso. Segue una lunga attraversata in quota (sopra i 2000 metri) che passa dal borgo di Avert Piani e s’inerpica sui prati con alcune pendenze particolarmente rilevanti.

Improvvisamente poi la strada piega verso sud e scende molto rapidamente alle baite di Borghetto. È ora di rientrare a valle oppure a Ca’ Raseri si può proseguire lungo la valle per ammirare la cascata della Val Febbraro o percorrere l’altro versante per raggiungere i nuclei di Frondaglio o Baituscio, che si trovano ai piedi del Pian dei Cavalli.

Info utili

Isola è raggiungibile seguendo la SS36 fino a Campodolcino, poi si prosegue sulla SP1. Ad Isola sono presenti ristoranti, strutture ricettive e parcheggi gratuiti mentre in Val Febbraro non sono presenti rifugi o strutture ricettive e quindi bisogna organizzarsi con pranzo al sacco.

La splendida cascata in Val Febbraro