Parchi e Riserve Naturali

 

Entrate in un’oasi verde nel cuore delle Alpi. Oltre la metà del territorio della Valtellina accoglie parchi e riserve naturali. Meta eccezionale tutta da scoprire è il Parco Nazionale dello Stelvio, il più grande dell’Arco Alpino. Attraverso percorsi segnalati potete incontrare cervi, caprioli, camosci, stambecchi, volpi, ermellini e marmotte, mentre in volo si librano aquile reali, falchi e gipeti. Area protetta di grande pregio è il Parco delle Orobie Valtellinesi il cui simbolo è il gallo cedrone. C’è, poi, un ospite d’eccezione: è un orso bruno che vive all'Osservatorio eco-faunistico alpino dell'Aprica, in una “casa” di 25 mila metri quadrati, all’interno della quale si snoda un sentiero didattico-naturalistico attrezzato che porta a vedere animali di difficile osservazione in natura. Nei pressi di Aprica c'è anche la Riserva Naturale di Pian Gembro con alcune rare specie botaniche. Se la Riserva Naturale della Val di Mello vi stupirà per la bellezza dei paesaggi racchiusi da verticali  pareti rocciose di ghiandone, un granito adatto all'arrampicata, nel fondovalle trovate la Riserva Naturale del Pian di Spagna e del Lago di Mezzola, un punto di incontro tra lago di Como, Valtellina e Valchiavenna. La riserva ospita una ricchissima avifauna e regale notevoli suggestioni paesaggistiche.

Vai a Natura e paesaggi

Madesimo/Campodolcino

 

Madesimo (1550 m s.l.m.) - si trova in Alta Valle Spluga, sotto l'omonimo passo che conduce in Svizzera. Fin dai primi del novecento rinomato centro di villeggiatura estivo e invernale  - Giosuè Carducci vi si recò in vacanza per quindici estati dal 1888 al 1905 - oggi vanta una moderna skiarea che va dai 1150 ai 2880 metri di quota. 60 km di piste per lo sci alpino, tra queste quelle che scendono dalla bellissima Val di Lei e la spettacolare pista Canalone, oltre a numerosi circuiti per lo sci nordico e itinerari per escursioni in motoslitta e in snow kite. Visitate Madesimo anche d'estate: percorrete a piedi o in mountain bike la Via dello Spluga o scegliete fra  i numerosi sentieri che conducono a rifugi e laghi alpini. Da vedere la chiesa dei SS. Pietro e Paolo, edificata nel 1946 in sostituzione di una più antica risalente al Cinquecento e, a Pianazzo, la chiesetta di S. Maria Maddalena. Abbassandovi di quota non mancate di sostare a Campodolcino (1070 m slm), delizioso luogo di soggiorno. Punto di partenza di numerose escursioni e ascensioni: la strada del Cardinello per il passo Spluga con le sue  Gole, le cime dall’alta Valle Spluga. In inverno, in pochi minuti, raggiungete gli impianti di Motta grazie alla funicolare sotterranea Sky Express. Da visitare: l’Ecomuseo della Valle Spluga e la Cà Bardassa nella frazione di Fraciscio,  oggi sede del Museo Etnografico della Comunità Montana locale.

Info: www.campodolcino.eu / madesimo.eu

 

Dove mangiare

Gustare la bresaola della Valtellina. Un salume delizioso e salutare, garantito dal marchio IGP, prodotto secondo le severe regole del disciplinare di produzione e nel rispetto della tradizione. Assaggiare le mele IGP di Valtellina, nelle varietà Golden Delicious, Red Delicious e Gala, un prodotto eccellente che presenta tutte le caratteristiche della mela di montagna: croccante, profumata, aromatica e succosa. Scoprire nel sapore del formaggio Bitto l'aroma delle erbe di montagna o degustare il formaggio Valtellina Casera, semigrasso di latteria di antica tradizione.

Altre attività Madesimo/Campodolcino