Val Gerola

Patria indiscussa del famoso formaggio Bitto, la Valgerola è terra d’alpeggio, immersa nella natura rigogliosa del Parco regionale delle Orobie Valtellinesi. Oltre ad assaporare la vita d’alpeggio, d'estate in Valgerola si fa il pieno di natura. Come gran parte delle vallate alpine caratterizzate da elevata escursione altimetrica, accoglie habitat differenti: dai boschi di latifoglie si passa a quelli di conifere fino alle praterie e alle rocce, ognuno con la sua vegetazione e la sua fauna.

Se l’estate regala avventura e benessere, l’inverno trasforma la Valle in un luogo magico, incantato. Con la neve il tempo sembra fermarsi e il divertimento trova casa sulle piste della skiarea di Valgerola-Pescegallo, con i suoi itinerari per lo sci alpino, nordico e alpinismo e per snowboard e ciaspole. Da visitare, a Gerola Alta, l’Ecomuseo della Valgerola e, a Sacco, in contrada Pirondini, la  “Camera picta” , un ciclo di affreschi del XV secolo con una delle più belle immagini dell’Homo Salvadego, il tipico abitante delle valli, simbolo della cultura contadina alpina. Tra i numerosi edifici di culto e le edicole sparse nelle frazioni, una menzione particolare meritano la chiesa di San Bartolomeo, già nota nel 1307, e l’oratorio dei Confratelli risalente al XVIII secolo.

Info: www.valgerolaonline.it