La candidatura Milano-Cortina ai giochi olimpici invernali 2026 vede tra i protagonisti anche la Valtellina. 

Una proposta che raccoglie eccellenze uniche e la Valtellina, già teatro di importantissimi eventi internazionali come Mondiali e Coppa del mondo di sci alpino, è pronta ad accogliere questa importante sfida. 

Il 4 ottobre 2018 è stata ufficializzata la candidatura congiunta e la Valtellina incrocia le dita fino a giugno 2019, quando la commissione del Comitato Olimpico Internazionale assegnerà le Olimpiadi invernali 2026.

Nello specifico, sono quattro i clusters individuati come sedi competitive e non competitive delle Olimpiadi 2026: Milano, Valtellina, Cortina e Val di Fiemme

La Valtellina grande protagonista nella candidatura Milano-Cortina

La Valtellina riveste un ruolo primario nella candidatura Milano-Cortina con quattro sedi, in particolare:

BORMIO - PISTA STELVIO - SCI ALPINO MASCHILE
LA Stelvio offre una delle piste più spettacolari, tecniche e difficili del mondo, avendo ospitato per due volte i Campionati del Mondo di sci alpino nel 1985 e nel 2005 e molte edizioni della Coppa del Mondo FIS. La partenza del tracciato si trova a 2.255 metri e il traguardo a 1.268 metri. Grazie all’impianto di illuminazione, la pista è omologata anche per le gare notturne.

LIVIGNO - MOTTOLINO E CAROSELLO - SNOWBOARD E FREESTYLE
Livigno, considerata una delle più belle stazioni invernali per giovani, ospiterà tutte le gare di freestyle e snowboard.

LIVIGNO - VILLAGGIO OLIMPICO
Tra le strutture non destinate alle competizioni vi sarà il Villaggio Olimpico di Livigno, che sarà in parte una sede temporanea situata a soli cinque minuti a piedi dalle tre sedi.

Visita il sito ufficiale Milano Cortina 2026